PROGETTO

Quale miglior modo di festeggiare il ritorno del treno sui binari storici dell’Alta Irpinia, se non con un cartellone di eventi pensati per promuovere il territorio e offrire ai viaggiatori esperienze inedite e affascinanti?
Lioni, cittadina protetta dai Monti Picentini e adagiata nella valle dell’Ofanto con la sua scenografica cascata di Brovesao, è infatti approdo naturale per gli amanti del viaggio sostenibile attraverso la verde Irpinia lungo la ferrovia Avellino-Rocchetta grazie alla collocazione della stazione nel centro storico.
 
Ma il treno degli eventi è anche metafora di una proposta di iniziative che corrono lungo i binari della valorizzazione di un intero e vasto territorio.
Località commerciale in provincia di Avellino, con una spiccata devozione verso il patrono San Rocco e la “Madonna de lo fuoco”, il paese è stato per decenni meta di pellegrini, emigranti e curiosi attratti dalle tradizionali fiere e feste religiose.
 
Il cartellone de “Il treno degli eventi”, da luglio fino a dicembre, colloca Lioni al centro dell’offerta turistica altirpina, recuperandone le tradizioni popolari e valorizzando in chiave diversa le attività del territorio, gli edifici storico-religiosi e il patrimonio ambientale.
Con Luci in Altura protagonista è la montagna, trasformata in suggestiva e fiabesca location per spettacoli.
Con il concertone del 17 agosto a vivere è la piazza, al cospetto del santuario di San Rocco e dello storico campanile della Chiesa Madre, come accade ormai da oltre venti anni.
Con Riti di Fuoco tradizioni e leggende prendono vita attorno ai falò nel weekend dell’Immacolata.
Un treno di eventi gratuiti tra l’estate e l’inverno, nei quali scoprire la cordialità e l’accoglienza dei lionesi e gustare l’ottima gastronomia locale.